Inside Italy: «Di ritorno da Napoli, aspettando il referendum!»

L’Italia che incontro attorno alle presentazioni di «Riscatto mediterraneo». Vi racconto di una giornata passata a Napoli, la città più imprevedibile e generosa d’Italia. Al Complesso Universitario di Monte Sant’Angelo, con il prof. Renato Briganti, docente di diritto costituzionale, parliamo di democrazia e Medioriente. Oggi, 21 marzo 2016, l’Università Federico II ha sospeso le attività…

Continua a leggere

Inside Italy: «Partire, rientrare, e quell’aria dell’Outremeuse»

L’Italia che incontro attorno alle presentazioni di «Riscatto mediterraneo». Liegi è una città attraversata dalle maestose acque della Mosa. Al centro, il fiume forma un’isola, su cui si trova il vivace quartiere dell’Outremeuse, l’Oltre Mosa. È in una delle vecchie case del quartiere che ha la sua sede L’aquilone, un’associazione creata dagli immigrati italiani, soprattutto…

Continua a leggere

Inside Riscatto: «Organizzarsi oltre frontiere e differenze, questo ci auguriamo per il 2016!»

≪Se abbiamo imparato da Tunisi e dal Cairo che la questione del potere può porsi d’improvviso, nel giro di pochi giorni, dalla Sinistra latino-americana abbiamo imparato che la risposta a questa questione richiede decenni.≫ Questo stava scritto su un volantino diffuso da uno dei gruppi che avevano convocato Blockupy Frankfurt 2013. Ebbene, la tappa successiva…

Continua a leggere

Inside Italy: «L’insostenibile leggerezza della città ideale»

L’Italia che incontro attorno alle presentazioni di «Riscatto mediterraneo». Sabbioneta nacque come città ideale, sogno di Vespasiano Gonzaga Colonna, che la edificò nella seconda parte del XVI secolo. Tuttora, il borgo rinascimentale conserva la sua struttura esagonale, racchiusa dentro perfette mura di cinta che organizzano la distribuzione dei suoi corpi urbani con rigore e armonia,…

Continua a leggere

Inside Italy: «Hopes were not supposed to be: Messina after the Sabir Maydan»

Special issue: When Sicily challenges the narrative of the end of Mediterranean hopes Kanaltürk and Bugün, two Turkish independent TV channels are closed by the police on October 28, with the accusation of fomenting terrorism (but apparently, the two channels were investigating the corruption inside Mr. Erdogan’s party). Five days earlier, a court of Istanbul…

Continua a leggere

Inside Riscatto: «Superare le diffidenze, costruire alleanze sorprendenti per svuotare il Potere: impariamo dalle donne»

«Hai paura dell’Islam politico?» avevo chiesto a ‘Atīqa Belhasen, 23 anni, attivista della Lega algerina per la difesa dei diritti umani, e fondatrice dell’associazione Univers pour le développement: «No, per niente. Se siamo in questa situazione, è anche nostra responsabilità; io credo che anche con loro possiamo dialogare. Non ha senso riunirsi per parlare di…

Continua a leggere

Inside Italy: «Geografie sommerse»

L’Italia che incontro attorno alle presentazioni di «Riscatto mediterraneo». Ci sono luoghi in Italia che scopri per caso, in cui arrivi senza sapere dove sei, lontani dai tragitti battuti dalla modernità. Per scoprirne uno di essi, mi sono dovuto imbattere in «Geografie sommerse». «Geografie sommerse» porta il sottotitolo «Viandanti nella bellezza dell’abitare il territorio». Quando…

Continua a leggere

Inside Riscatto: «Dio indirizza i popoli. Perché non anche attraverso la crisi bancaria?»

Tra i dimostranti raccolti attorno al palco, sventolano copiose le bandiere di un sindacato di lavoratori turchi, Föderation demokratischer Arbeitervereine, la cui giovane rappresentante, Çiğdem Ronaesin, durante il suo intervento inneggia alla giustizia sociale senza sconti, mostrando la grinta di un trascinatore: ≪Cercano di stigmatizzarci, ma noi siamo contro la povertà e la guerra, contro…

Continua a leggere

Inside Riscatto: «Bosnia: accettare tutto in nome degli interessi nazionali vitali»

Nell’ufficio di Omladinski Resursni Centar c’è un busto di Tito. Lo trovarono lì quando entrarono nei locali, e decisero di tenerlo sopra una libreria nella sala delle riunioni, in posizione discreta, ma visibile. «Sei un nostalgico? Non era un dittatore?». «Forse, ma cercò anche di rendere il Paese autosufficiente, producendo le cose di cui avevamo…

Continua a leggere